SQUADRISTI A NOI

Testo di:   C. Bruno, Carletto Concina          Musica di:   Carletto Concina

Me ne frego della galera,
camicia nera noi vogliam portar!

I

 

Squadristi:  a noi!
Il cuore cambiato non è,
o Duce d’eroi
siam qui tutti fieri per te.

 

La fede che in quei giorni c’infiammò
per te nei nostri cuor restò.
Squadristi:  a noi!
Presente chi tutto donò!

II

 

Viventi nel cuor,
i martiri nostri son qua,
son tutti con noi,
risorti col vecchio alalà!

 

Son rimboccate ancor le maniche,
frementi gridan anche lor:
Squadrismo è onor,
chi muor per la Patria non muor!

Ritornello

 

La Vecchia Guardia è la barriera,
la sentinella che l’Impero sempre veglierà.
Il manganello è sempre quello
che fa tremare e sa domar chi oserà;
siamo passati e passeremo
su quelle strade che furon di Roma,
se ci son dei conti ancor
rivivrem con nuova ebbrezza
la seconda giovinezza:
pronti siam quei conti a regolar!